TRUFFE NEL MERCATO LIBERO LUCE E GAS/ consigli pratici per evitarle

Risparmiare senza rischiare: le indicazioni da seguire per non incorrere in truffe

Tanti vantaggi ma anche tante insidie: il mercato libero dell’energia elettrica e del gas è senz’altro una grande opportunità per milioni di italiani. Può infatti garantire un risparmio di oltre 200 euro in un anno. Purtroppo i truffatori hanno subito colto questa occasione per ingannare gli utenti, offrendo falsi contratti e sottraendo in modo illecito denaro e dati sensibili. In questo caso, essere informati e saper riconoscere le situazioni sospette può fare la differenza.

Ecco alcuni suggerimenti per evitare le truffe relative alla fornitura di luce e gas:

  • Quando si è al telefono con un call center, è consigliabile, seppur difficile, evitare di pronunciare parole come “confermo” o “sì”, anche quando, all’inizio della chiamata, vengono fatte domande tipo “Sto parlando con …?” alle quali sarebbe immediato rispondere con un’affermazione del genere. Meglio optare per frasi come: “Sono io” etc. Questo per evitare l’eventuale, già citata in questo articolo, “truffa del sì”.
  • Se non siamo veramente interessati a cambiare fornitore (dopo aver effettuato le dovute ricerche ovviamente) meglio non esibire dati personali, o il codice POD/PDR della nostra fornitura. Nell’eventualità che il nostro fornitore ci raggiungesse telefonicamente, infatti, non avrebbe bisogno di informazioni su questi dati, già in suo possesso.
  • Nessuna azienda manda gli esattori a casa: nel caso in cui qualcuno bussi alla porta presentandosi come tale meglio non aprire, potrebbe essere una scusa per estorcere denaro.
  • Evitare di aprire la porta anche quando chi bussa si presenta come tecnico del settore elettricità o gas: anche in questo caso, ove richiesto e necessario, l’azienda di riferimento si occupa di informare in anticipo della futura visita di un proprio tecnico. Se il preavviso non è stato recapitato, è dunque opportuno non aprire la porta.
  • Nel caso in cui, inavvertitamente, abbiate concesso a qualcuno che si presenta come tecnico di entrare in casa, non allontanarsi mai dal contatore, non assentarsi per prendere bollette o altri documenti, se richiesti, poiché il vostro fornitore, ricordiamo ancora, conosce già i vostri dati, e dunque non ha bisogno di chiederli. Meglio lasciare la porta di casa aperta, parlare a voce alta in maniera che il vicino possa sentire, e naturalmente non acconsentire a richieste di oggetti d’argento o simili. Purtroppo è capitato anche questo!
  • Stessa cosa quando arrivano via internet comunicazioni sospette, attraverso, per esempio, l’invio di una email: mai dare informazioni che il richiedente dovrebbe necessariamente già avere. Mai fornire i dati della vostra carta di credito, e, se si dovesse presentare l’occasione, utilizzare una carta prepagata oppure l’addebito sul conto corrente.

CONTATTACI

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©2021 Aletheia Store. Powered by Mediaera

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato le tue credenziali?