ETICHETTA ED EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI ELETTRODOMESTICI

Come funziona e perché è stata rivista e aggiornata

Le etichette energetiche sono uno strumento importante nella scelta degli elettrodomestici, poiché forniscono indicazioni precise sull’efficienza energetica degli apparecchi permettendo di confrontare i vari prodotti in commercio, e optare per quello migliore e più sostenibile. Attraverso le indicazioni dell’etichetta energetica, infatti, è possibile valutare i costi di esercizio di ciascun apparecchio e scegliere, a parità di caratteristiche tecniche, l’elettrodomestico a più basso consumo energetico.

L’Etichetta Energetica è obbligatoria in tutti i paesi membri dell’Unione Europea, e deve essere esposta dal negoziante su tutti gli apparecchi in vendita, anche se ancora imballati. La regola vale anche nel caso di acquisti online: le prestazioni funzionali ed energetiche dell’apparecchio devono essere rese note.

Dal 1° marzo 2021 è entrata in vigore la nuova etichettatura, rivista e aggiornata, su frigoriferi, lavastoviglie, asciugatrici, lavatrici e display elettronici, compresi i televisori, i monitor e i pannelli segnaletici digitali. Dal mese di settembre 2021 scatterà la nuova etichettatura anche per le sorgenti luminose. Questo processo di innovazione e ottimizzazione della resa energetica degli apparecchi è accompagnato da nuovi standard di Eco design, che gli elettrodomestici dovranno rispettare al fine di ridurre il loro impatto ambientale.

NUOVA ETICHETTATURA ENERGETICA

Il precedente sistema di etichettatura basato su una scala da A+++ a G è diventato sempre meno capace di distinguere adeguatamente i prodotti, a causa della progressiva saturazione delle tre classi di efficienza energetica più elevate e della realizzazione di apparecchi con performance tanto elevate da superare la “vecchia” scala di efficienza energetica, e richiedere perciò l’utilizzo di classi energetiche estese. L’Unione Europea ha quindi deciso di tornare alla scala da A a G per rendere più complete le indicazioni e più chiara la comprensione da parte dei consumatori. Le nuove etichette sono state pensate anche per lasciare eventuale spazio a prodotti ulteriormente evoluti in termini di innovazione, tecnica e efficienza energetica.

L’adozione della nuova etichettatura ha comportato una riorganizzazione delle classi: un prodotto che precedentemente si trovava inserito nella classe A+++, per esempio, potrebbe trovarsi nella nuova classe C. Ciò non indica un declassamento del prodotto, che rimane sempre lo stesso, con le medesime caratteristiche tecniche, gli stessi consumi e lo stesso grado di efficienza energetica. A cambiare è solo la classificazione, indirizzata a una maggiore chiarezza e a una migliore offerta di dati da utilizzare per la scelta dell’apparecchio.

CARATTERISTICHE DELL’ETICHETTA ENERGETICA 2021

Anche nella nuova etichetta permane il sistema dei colori. Gli altri elementi importanti sono:

  • Codice QR code: caratteristica principale e distintiva della nuova etichetta energetica (non presente sulla vecchia etichetta), collocato in alto a destra, dà accesso a informazioni aggiuntive sull’elettrodomestico semplicemente effettuando una scansione del codice stesso con il proprio smartphone;
  • Nuova scala energetica: da A a G, non più con classi A comprendenti il simbolo “+”;
  • Consumo energetico: è un dato specifico per ogni prodotto. Nei frigoriferi riguarda il consumo annuo; nelle lavastoviglie, lavatrici e asciugatrici il consumo per 100 cicli; nei display e nelle lampadine (queste ultime con nuova etichetta a partire dal 1° settembre) si riferisce a 1000 ore di utilizzo;
  • Pittogrammi: indicano performance e caratteristiche dell’apparecchio, e variano in numero e tipologia secondo il prodotto cui si riferiscono.

 

 

 

CONTATTACI

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©2021 Aletheia Store. Powered by Mediaera

Accedi con le tue credenziali

or    

Hai dimenticato le tue credenziali?